THANK GOD IT’S NETFLIX #serietv

FILM&TV

A breve ci ritroveremo catapultati a settembre e ad un nuovo anno zeppo di doveri, stress e ansia (come non guardare il lato positivo delle cose), dunque perché non sfruttare al massimo questi ultimi giorni e rilassarsi ancora un po’?! Dopo aver consigliato nell’articolo precedente alcuni dei migliori film disponibili sul catalogo Netflix, è ora che io consigli anche le serie tv che mi hanno piacevolmente intrattenuta!

 

 

THE GOOD PLACE è una delle sitcom americane più strambe ed acclamate nel 2017. Ideata da Mike Schur e con l’interpretazione della bella Kristen Bell, è uno dei prodotti offerti da Netflix che non potete farvi mancare!

Su Netflix Italia al momento è disponibile solo la prima stagione (di poco più di 20 min ad episodio), ma online su Google troverete facilmente la seconda stagione (che, a mio umile parere, è ancora più buffa e divertente!). Per chi finirà, come me, per appassionarsi a questa simpatica serie sarà contento di sapere che la NBC ha deciso di rinnovarla anche per una futura terza stagione!

The GOOD PLACE è una spiritosa commedia TV che racconta la storia della giovane Eleanor, una ragazza irriverente e platealmente egoista che dopo la morte si ritrova nella “parte buona dell’aldilà“, in paradiso. Quando comprende di essere uno “sbaglio del sistema”, decide di guadagnarsi il suo posto nella parte buona iniziando a prendere lezioni di etica da un professore di filosofia, Chidi. Eleanor riuscirà a farsi tre complici amici con cui inizierà una lunga avventura per capire realmente cosa succede e dove sono.

Ambientata in una versione mai vista prima della post-morte, è una serie televisiva che con leggerezza e semplicità promuove la vittoria della bontà e dell’umiltà d’animo, lasciando però una speranza al cambiamento di se stessi: tutti nella vita possono migliorare e aspirare al giusto, anche se in questo caso i simpatici protagonisti cercheranno, in evidente ritardo, di farlo dopo la morte! Tra dubbi morali e difficoltà personali, riusciranno i quattro “umani” a destreggiarsi tra l’inferno e il paradiso?

 

Clicca qui per il Trailer

 

 

 

BLACK MIRROR è una delle migliori serie antologiche offerte sul catalogo Netlix. Serie britannica del 2011 ideata da Charlie Brooker, Black Mirror ha lasciato molti a bocca aperta e con una immensa quantità di domande. E’ un dramma fantascientifico che Netflix definisce con le parole chiavi di CUPO e SPIAZZANTE, e ci ha preso a pieno!

Ogni episodio racconta una storia auto-conclusiva e in ogni episodio ci sono protagonisti (e quindi attori) differenti. Sulla piattaforma Netflix sono disponibili quattro stagioni, di cui le prime due stagioni sono solo di tre e quattro episodi, come se Brooker avesse voluto prima sperimentare la serie per poi ampliarla e renderla internazionalmente pubblica.

Con un panorama ai confini del possibile, questa serie racconta in ogni episodio una macabra realtà che oscilla tra un tempo presente ed uno futuristico. Storie oscure della vita di personaggi che si ritrovano a fare i conti con il progresso scientifico e con la nuova visione tecnologica. Ogni episodio lascia riflettere su una vastità di tematiche attuali, come la satira sociale e la vulnerabilità umana.

Unico importante aspetto negativo: non consigliato alle anime più suscettibili!

 

Clicca qui per il Trailer

 

 

LIMITLESS è un thriller fantascientifico di un paio di anni fa. Prodotto da Craig Sweeny, possiamo definirla come la serie tv sequel dell’omonimo film che vede protagonista l’attore Bradley Cooper.

Con un inizio in medias res, Limitless racconta la storia di un ventottenne fallito, Brian Finch, che si ritrova indagato nell’omicidio dell’amico e in una faccenda ancor peggiore: inizia ad abusare di una droga sconosciuta, l’NZT. Questa nuova droga, una volta assunta, potenzia notevolmente e rapidamente le capacità mentali umane per un tempo limitato. La situazione attira l’attenzione dell’FBI con cui Brian finisce per lavorarci al fine di risolvere il caso.

 

Dopo una stagione di 22 episodi, la CBS ha deciso di non rinnovare la serie parlandone come un “buon prodotto finito”.

 

Clicca qui per il Trailer

 

 

SHE’S GOTTA HAVE IT è un dramma romantico di Spike Lee. Un remake in “versione serale” dell’omonimo film di successo del 1986 (anch’esso disponibile su Netflix con il titolo Lola Darling).

La protagonista è Nola (Lola lo è solo nell’adattamento italiano), una giovane donna ed artista di Brooklyn che concentra la sua vita sulle proprie ambizioni personali e la propria libertà. La sua principale filosofia è l’amore per se stessi, ed è proprio il suo pensiero provocatorio e singolare che la porta ad avere tre amanti consapevoli: Jamie, un uomo maturo e riflessivo; Mars, un’infantile ma divertente fattorino in bicicletta; e Greer, un sexy modello superficiale. Ogni amante ha una particolare “attitudine” che lo distingue dagli altri due e che ha fatto innamorare Nola.

 

L’esperimento di sessualità e libertà su cui si concentra la serie, e prima ancora il film, ha sempre avuto una indisponenza sociale”: Nola si impegna con tre uomini totalmente differenti tra loro, per non dire anche contrapposti; un uomo di successo e con una famiglia, un ragazzo del ghetto e un modello egocentrico e narcisista. L’dea della donna oggetto viene qui messa in discussione a favore della rivendicazione della libertà femminile.

Su Netflix è disponibile la prima stagione da 10 episodi e in più la serie sarà rinnovata per la seconda stagione. Anche se la storia è a tratti un po’ lenta, io la reputo molto originale e la consiglio a tutti gli amanti del genere!

 

Clicca qui per il Trailer

 

JANE THE VIRGIN è la miglior comedy romantica, creata da Jennie Snyder Urman nel 2014. Su Netflix sono al momento disponibili le prime tre stagioni di circa 22 episodi ciascuna, ma in America è già andata in onda la quarta stagione ed attualmente il cast è concentrato sulla produzione della quinta!

La critica ha definito questa serie come una metatelenovela: è la classica telenovela dell’America Latina, ricca di tutti i possibili cliché del genere romantic drama-comedy traslata però su un livello quasi vicino alla parodia.

Jane Villanueva, dolce ragazza latino-americana di Miami, vive da sola con la mamma e la nonna, super religiosa e devota. Le loro vite cambiano completamente quando un giorno Jane scopre di essere incinta, senza aver avuto però alcun tipo di rapporto sessuale. Tutto viene causato da una inseminazione artificiale “involontaria”: da qui la realtà della dolce ragazza viene totalmente dissestata da questo “incidente medico”. Si ritroverà al centro di tutta una serie di dinamiche amorose che cercherà di risolvere per ritrovare il suo equilibrio familiare.

Due sono le ragioni principali per cui consiglio questa serie: 1. è una storia umana al di là del paradosso, cioè, oltre tutti i possibili colpi di scena e le vicende paradossali che si creano, la storia riguarda comunque dei “personaggi in carne ed ossa”, con tutte le loro paure, desideri, obiettivi e difficoltà. Nel mondo di Jane non c’è un vero e proprio male perché tutto è filtrato da un livello romantico in cui l’amore può affrontare tutto. Anche se c’è sofferenza, c’è la consapevolezza che prima o poi finirà per far spazio di nuovo a qualcosa di bello, per cui il dolore ne valga la pena; 2. è una serie che vi farà affezionare! Vi ritroverete a voler bene ad ogni singolo personaggio, anche la supervillain Petra, perché l’empatia che riesce a creare è tanta!

 

Clicca qui per il Trailer

 

 

Infine, ho lasciato per ultima ciò che reputo la PIU’ GENIALE SERIE TELEVISIVA che io abbia mai visto.

 

 

ORPHAN BLACK è un thriller fantascientifico ed una delle maggiori serie di successo della BBC America. Un dramma d’azione canadese di qualche anno fa che si è concluso ufficialmente nel 2017.  Creato da John Fawcett e Graeme Manson, e con l’interpretazione dell’attrice Tatiana Maslany, che deve alla serie anche la sua candidatura ai Golden Globe come miglior attrice di serie drammatica.

Orphan Black è la storia di Sarah Manning, ragazza tormentata con una vita già difficile, che una notte vede stravolta completamente tutta la sua esistenza quando si ritrova ad assistere sui binari di un treno al suicidio della sua sconosciuta gemella, Beth. Inizia l’ostinata ricerca di Sarah per trovare delle risposte, una ricerca che va via via complicandosi quando incontra altre nove gemelle e quando prendono consapevolezza di essere delle clonazioni.

 

Orphan Black inizia in medias res con il suicidio di Beth, in altre parole, i primi cinque minuti hanno già incastrato lo spettatore per tutte e cinque le stagioni! E’ un thriller geniale ed avvincente, in cui niente è dato per scontato e che richiede la massima attenzione del pubblico per quanto le vicende accadono così velocemente e per quanto ogni singolo e più futile dettaglio sia indispensabile per raggiungere il vero. La serie tocca un delicato ed insolito argomento: quello della bio etica. Al centro di tutte le vicende in cui le dieci sorelle si ritrovano c’è il tema della clonazione umana: nei differenti episodi verrà nominata anche una corrente di pensiero neo evoluzionista. E’ difficile analizzare questa serie televisiva in poche parole, è veramente complessa ma rappresentata in maniera così chiara che anche un ragazzino riuscirà alla fine a comprendere tutta la spettacolare storia di Sarah.

Notevole è anche la bravura professionale dell’attrice protagonista che è riuscita a rappresentare perfettamente tutte e dieci le sorelle: ognuna completamente differente dall’altra.

Clicca qui per il Trailer

 

Queste sono le mie orgogliose proposte! Aspetto, ovviamente, anche le vostre!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *